• Per linguaggio, freschezza di scrittura ed estro narrativo questo libro di Marco Santagata costituisce, nello scenario della letteratura dantesca, una preziosa e piacevole novità. Perché è, prima di tutto, l'appassionato racconto, il "romanzo" appunto, della tormentata e semisconosciuta esistenza di un uomo dall'io smisurato, che si sentì sempre "diverso e predestinato". Ed è, insieme, il documentato ritratto di un Dante profondamente calato nella vita pubblica e culturale della sua città, Firenze, e nelle complesse dinamiche della storia italiana tra Due e Trecento. Grazie al sapiente intreccio di vicende storiche e...

  • Continua +
1193 109 15863

Autore

  • Marco Santagata
  • Marco Santagata

  • Marco Santagata insegna Letteratura italiana all'Università di Pisa. È autore di numerose pubblicazioni di storia e critica letteraria, in particolare intorno a Petrarca, di cui ha commentato il Canzoniere (I Meridiani Mondadori, 1996), e a Dante. Su Dante, delle cui Opere dirige l'edizione nei Meridiani Mondadori, ha pubblicato il libro L'io e il mondo. Un'interpretazione di Dante (il Mulino, 2011), il saggio biografico Dante. Il romanzo della sua vita (Mondadori, 2012) e Guida all'Inferno (Mondadori, 2013). All'attività di critico affianca quella di narratore: con il romanzo Il Maestro dei santi pallidi (Guanda) ha vinto il Supercampiello 2003.

Commenti

Dello stesso autore
Altre edizioni
Dello stesso genere