• Da una lastra di deserto
  • «Mio Gherardo, qualche soldato canta; da una baracca all'altra si tenta il coro; [...] qualche aeroplano gironza; la tua arriva; si fa un gran silenzio d'armi.» Dal 18 aprile 1916 all'ottobre 1918 Giuseppe Ungaretti, al fronte col 19° Fanteria, intrattiene una fitta corrispondenza con Gherardo Marone, «un giovine che s'appassiona, un giovine di vocazione», direttore a Napoli della rivista letteraria «La Diana». Le lettere, le cartoline e i telegrammi – a cui Ungaretti spesso allega le poesie da pubblicare sulla «Diana» –, oltre a raccontare il sorgere di una salda amicizia e di un sodalizio intellettuale, testimoniano la genesi d...

  • Continua +
265 109 3367

Autore

  • Giuseppe Ungaretti
  • Giuseppe Ungaretti

  • Alessandria d'Egitto 1888 - Milano 1970. Grande maestro della poesia del Novecento, affiancò alla produzione in versi una raffinata attività di prosatore e di traduttore (da Góngora a Mallarmé, da Saint-John Perse a Blake).

Commenti

Dello stesso autore
Altre edizioni
Dello stesso genere