• Il 25 maggio del 1944 finisce la guerra a Littoria, la futura Latina, e il Canale Mussolini, dopo essere stato per mesi la dura linea del fronte di Anzio e Nettuno, torna a essere quello che era, il perno della bonifica pontina. Inizia la ricostruzione mentre al Nord la guerra continua e coinvolge i Peruzzi su tutti i fronti, repubblichini o partigiani. Con il suo funambolico impasto linguistico, col suo sguardo irriverente e provocatorio sempre addolcito da un'umanissima pietas, Antonio Pennacchi torna a narrare le gesta dei Peruzzi, famiglia di pionieri bonificatori, grandi lavoratori, eroici spiantati, meravigliosi gaglioffi e donne genero...

  • Continua +
1206 122 2888

Autore

  • Antonio Pennacchi
  • Antonio Pennacchi

  • Operaio fino a cinquant'anni, Antonio Pennacchi è nato a Latina, dove vive, nel 1950. Ha pubblicato per Mondadori i romanzi Mammut (2011), Canale Mussolini (2010, premio Strega), Il fasciocomunista (2003, premio Napoli), da cui è stato tratto il film Mio fratello è figlio unico, e i racconti di Shaw 150. Storie di fabbrica e dintorni (2006). È autore anche di Fascio e martello - Viaggio per le città del Duce (Laterza 2008), Storia di Karel (Bompiani 2013), Camerata Neandertal (Baldini & Castoldi 2014). Collabora a «Limes». Ha moglie, due figli e due nipoti femmine.

Commenti

Dello stesso autore
Altre edizioni
Dello stesso genere